News

  • 27

    MAG

    100 Km del Passatore

    La nostra socia Raffaella Catani corre anche quest'anno la "100 Km del Passatore", giunta alla sua 45^ edizione, con i colori della nostra associazione.

    La maratona è per tipi tosti: non tutti possono affrontare il tragitto senza una preparazione d'acciaio. E' un po' come la tenacia della nostra Associazione, quando si prefigge di aiutare qualcuno che soffre a realizzare il proprio sogno!


    le parole di Raffaella sono piene di amore quando parla di questa esperienza: "Portare in gara questo logo significa portare in giro i cuori  non solo delle nostre mamme... ma di tutti quelli che non stanno bene!! Sono orgogliosa di portarlo!! E anche Laura e Samuele che corrono la maratona con lei, indossano il nostro logo".

    Raffaella, Tutto Realizzo il Tuo Sogno Onlus è con te e tifa per il tuo grande cuore!!.

    Un abbraccio anche a Laura e Samuele e grazie ragazzi!!!!

  • 21

    APR

    Nuovo sogno da realizzare

    Nella sezione "adotta un sogno", abbiamo inserito un nuovo sogno da realizzare

  • 26

    MAG

    100 Km del passatore

     

    Quest’anno si corre la 44^ edizione della 100 Km del Passatore. Una corsa non per tutti, da correre anche in notturna da Firenze a Faenza, spesso in condizioni difficili, freddo compreso.  Da oltre quarant’anni la corsa è simbolo della forza, della volontà e della determinazione dei concorrenti.

    Ecco come una sfida durissima viene affrontata da una che di corsa ne capisce: parliamo della nostra Raffaella Catani, socia con una grinta tale da permetterle di correre tale competizione.

    E con i colori sociali della nostra associazione!!! Nella canotta di Raffaella spicca in bella vista il nostro logo proprio sopra gli sponsor della manifestazione.

     Vai, Raffaellaaaaa!!! Realizzo il Tuo Sogno Onlus sarà lì a tifare per te!!!

     

     

     

Realizzare i sogni dei malati in fase avanzata. Il nostro proposito è di procurare uno stato di gioia tale all’ammalato, tanto da augurarci che abbia un ritorno a livello positivo, sia sulla sua speranza di guarigione sia sull’aspettativa di vita pronunciata dai medici.

Vogliamo aiutare le persone che non hanno la possibilità di permettersi una coccola o semplicemente pensano che realizzare un sogno è un’impresa difficile, se non impossibile. L’unione, l’appoggio, la solidarietà che si può dare ai malati gravi, dai minimi gesti, alle grandi azioni, fa produrre al loro cervello delle sostanze chimiche denominate endorfine. E’ risaputo che le endorfine, dette anche ormoni della felicità, sono in grado di influenzare molti dei cicli fisiologici che riguardano il nostro organismo, soprattutto hanno un importante effetto positivo sul nostro umore. Ridere spesso e dedicarci ad attività che ci rilassano e ci piacciono, ma anche consumare cioccolata o cibi piccanti, socializzare, essere ottimisti aumenta la produzione di endorfina, dopamina, serotonina. Ecco quindi come la realizzazione di un “sogno” (dal mangiare un determinato cibo, farsi fare un massaggio, farsi fare un trucco o una piega ai capelli per sentirsi a posto con il proprio senso estetico, fare un viaggio, reale o virtuale, stare a contatto con gli animali, incontrare il proprio idolo, ecc.) possa scatenare in un malato grave un incremento di produzione di endorfine capaci di influenzare il suo umore, il suo ciclo del sonno e la sua percezione del dolore.

La nostra intenzione è dunque quella di dare soprattutto ai malati in fase avanzata, attraverso la realizzazione di un sogno, una carica positiva, aiutarli a fuggire dalla noia e dalla disperazione alla quale purtroppo ci si imbatte durante una lunga degenza.